Versione accessibile
 
Homepage
Cerca nel sito
Mappa del sito
Contatti
logo
Homepage
 
|News|
|Circolari|
Offerta formativa

La nostra Scuola
Regolamento d'Istituto
Piano Offerta Formativa

Anno Scolastico 2007/2008
Calendario Scolastico Regionale
Classi
Orario lezioni


Scuola Media Via Ionio
Via Iono - F.lli Cervi

Scuola Media Via Alghero
Via Alghero - F.lli Cervi

Scuola Media San Lorenzo
San Lorenzo

Scuola Media Via Reggio Emilia
Via Reggio Emilia - Pascoli


La nostra Scuola

Piano Offerta Formativa

  

PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA

 

Anno scolastico 2007-08

 

 

 

 

 

 


 

“Insieme per il successo formativo

in una scuola di qualità

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1.                 SIGNIFICATO DEL P.O.F.

 


 

La scuola dell'obbligo deve favorire l'avvio della formazione, della maturazione personale e della capacità individuale di fare scelte, perciò ha come obiettivo il successo formativo.

 

La Scuola deve acquisire sempre più carattere di centralità, essere aperta al territorio e sensibile alle problematiche interne ed esterne di una società in continua evoluzione/trasformazione; da ciò l'esigenza di una maggiore flessibilità curricolare e metodologica, oggi resa possibile dall'introduzione dell’Autonomia (DPR 275/99) e dalla Riforma degli ordinamenti scolastici (Legge 53/03 e D. Lgs. 59/04), strumenti  normativi che consentono di fare ricorso ad una diversa organizzazione di tempi ed insegnamenti.

 

Ogni studente deve avere la possibilità di ricoprire un ruolo secondo le proprie capacità, potenzialità, creatività ed attitudini.

 

 

 

2.         CONTESTO SOCIO-CULTURALE E TERRITORIO

 

à       La Scuola Secondaria di 1° grado "Manfroni/Cervi-Pascoli" è attualmente strutturata su 4 sedi:

 

ZONA

SEDE

Nord

Viale Reggio Emilia

Sud

Via Ionio

Artigianale

Via Alghero

S.Lorenzo

Viale Mantova

 

  • Secondo il Piano di edilizia scolastica comunale, si è provveduto:

a)      all’apertura della nuova sede di San Lorenzo;

b)      alla chiusura della sede di Via Molari e al trasferimento delle classi rimaste nella sede di via Reggio Emilia.

 

à       La popolazione scolastica è costituita da fasce di livello sociale e culturale fortemente diversificate. Si registra inoltre un notevole incremento di alunni provenienti da una recente immigrazione che evidenziano difficoltà di integrazione, di comportamento e di apprendimento.

 

à       Pur nell’eterogeneità della composizione sociale, si evidenzia nell’utenza una sostanziale omogeneità riguardo alle richieste formative:

a)      Conoscenze, capacità ed abilità linguistiche, logiche ed operative;

b)      buona conoscenza della lingua inglese;

c)      competenze a livello multimediale;

in considerazione del fatto che tutte le professioni richiedono sempre più l’utilizzo di queste abilità.

 

 

 

 

 

 

 

3.         IDENTIFICAZIONE DEI BISOGNI

 

Sono stati individuati i seguenti BISOGNI:

 

  • Formazione della personalità: acquisizione di fiducia in se stessi, autostima, riconoscimento della propria identità, fiducia negli altri e consapevolezza degli altri (coetanei e adulti).
  • Accettazione, integrazione e valorizzazione della persona.
  • Capacità di organizzare le proprie attività educative a scuola, a casa, durante il tempo libero, in un contesto sociale allargato.
  • Acquisizione di abilità/capacità di progettare ed organizzare un lavoro mettendo a frutto conoscenze e competenze.
  • Capacità di valorizzare la memoria collettiva per acquisire una coscienza storica e civile.
  • Acquisizione di una cultura basata su tolleranza, valorizzazione delle differenze, valori di pluralismo e libertà.

 

 

4.         OBIETTIVI FORMATIVI GENERALI

 

Considerando i bisogni formativi degli allievi e le indicazioni contenute nel PECUP (“Profilo Educativo Culturale e Professionale” dello studente alla fine del primo ciclo d’istruzione), la scuola ribadisce come fine dell’educazione la crescita e la maturazione della persona.

 

Vengono stabiliti quindi i seguenti Obiettivi Generali del Processo Formativo (OGPF):

 

1)      La Corporeità come valore:

La dimensione simbolica che anima il ragazzo e le sue relazioni familiari/sociali sono inscindibili dalla sua corporeità.

 

2)      Valorizzare le esperienze:

Apprezzare il patrimonio conoscitivo, valoriale e comportamentale precedentemente acquisito dal ragazzo e dare attuazione alla sua considerazione, esplorazione e discussione.

 

3)      Dal mondo delle esperienze personali al mondo del pensiero razionale:

L’esperienza, le idee e i valori presenti nel contesto di vita del ragazzo devono essere valorizzati e  progressivamente organizzati secondo categorie razionali.

 

4)      Dalle idee alla vita, il confronto interpersonale:

Attivare un graduale e progressivo percorso di riflessine critica per arricchire sul piano analitico e sintetico la visione del mondo e della vita.

 

5)      La diversità delle persone e delle culture come ricchezza:

Essere disponibili al rapporto di collaborazione con gli altri e considerare la diversità come un arricchimento culturale.

 

6)      Praticare l’impegno personale e la solidarietà sociale.

 

7)      Avere consapevolezza di sé e saper progettare il proprio futuro.

 

 

5.     OBIETTIVI FORMATIVI DELLE DISCIPLINE (OFD)

 

1)      Identità ed autonomia:

a)      conoscere il proprio corpo, se stessi, riconoscere e saper gestire le proprie emozioni;

b)      avere consapevolezza delle proprie capacità e porsi in modo attivo e critico di fronte alle informazioni esterne;

c)      interagire con l’ambiente naturale e sociale (coetanei e adulti) influenzandolo positivamente;

d)      comprendere l’importanza e la necessità del dialogo e della collaborazione.

 

2)      Orientamento:

a)      saper valutare con responsabilità l’impegno necessario per raggiungere un fine;

b)      avere consapevolezza delle proprie capacità ed attitudini; riuscire, sulla base di esse, a immaginare e progettare il proprio futuro;

c)      avvertire la differenza tra il bene e il male per sapersi orientare nelle scelte di vita.

 

3)      Convivenza Civile:

a)      saper riconoscere e rispettare i codici e i regolamenti stabiliti;

b)      rispettare se stesso, le proprie cose e quelle altrui,

c)      convivere positivamente con gli altri.

 

4)      Strumenti culturali per leggere l’esperienza:

a)      acquisire le conoscenze e le abilità necessarie allo svolgimento delle attività ludiche, motorie proposte;

b)      saper leggere correttamente, comprendere e produrre messaggi e testi in forma orale e scritta;

c)      conoscere e praticare funzionalmente le lingue straniere nell’ambito delle conoscenze proposte;

d)      comprendere i  linguaggi non  verbali, utilizzandoli per la comunicazione e l’espressione personali;

e)      riuscire ad orientarsi nello spazio e nel tempo operando confronti costruttivi tra realtà geografiche e storiche;

f)        saper calcolare, misurare, risolvere problemi e usare il linguaggio simbolico delle Scienze Matematiche;

g)      saper esplorare e comprendere gli elementi tipici dei vari ambienti naturali ed umani;

h)      utilizzare gli strumenti informatici per la realizzazione, la documentazione e la conservazione dei lavori scolastici;

i)        conoscere, utilizzare processi e procedure per l’ideazione, la progettazione e la realizzazione di oggetti fisici, grafici o virtuali;

j)        esercitare abilità manuali e tecniche diverse;

k)      maturare il senso del bello;

 

5)      Introduzione al Pensiero Razionale:

a)      passare dal linguaggio comune al linguaggio specifico, comprendendo e usando un lessico adeguato al contesto;

b)      esprimere verbalmente in modo corretto i ragionamenti e le argomentazioni;

c)      riconoscere situazioni problematiche, individuando i dati da cui partire e l’obiettivo da conseguire.

 

 

 

6.         IDENTITA’ DELLA SCUOLA

 

La Scuola - unica secondaria di 1° grado a Riccione - è nata dalla fusione, nel settembre 2000, della Scuola Media "Manfroni-Cervi" con la Scuola Media "Pascoli".

 

La Scuola è strutturata su 4 Sedi con 4 palestre, 36 classi e circa 900 alunni.

 

La Dirigenza Scolastica e gli Uffici Amministrativi sono ubicati presso la sede di via Reggio Emilia.

 

 

6.1. Piano dell’Offerta Formativa

Il Collegio dei Docenti, nel rispetto della riforma degli ordinamenti scolastici e nel quadro dell’autonomia organizzativa e didattica di cui al D.P.R. 275/99, in base all’organico d’istituto consolidato, ha predisposto il Piano dell’Offerta Formativa secondo le seguenti opzioni:

 

à       Orario base di 30h settimanali

 

Insegnamento

Obbligatorio

Italiano

6

Storia

2

Geografia

2

Matematica

4

Scienze

2

Inglese

3

2a lingua comunitaria

2

Tecnologia

1

Informatica

1

Arte e immagine

2

Musica

2

Scienze motorie

2

Religione

1

Totale

30

 

 

à       Insegnamenti facoltativi, opzionali e gratuiti, offerti e organizzati dalla scuola, ai sensi dell’art. 10, comma 2 del D. Lgs. n. 59/2004, fino ad un massimo di 33h settimanali, “fatte salve eventuali condizioni ostative che potrebbero non permettere la piena accettazione delle richieste”:

 

à          1h di ITALIANO/Avviamento al LATINO/Educ. alla conv. civile

à          1h di 2a LINGUA COMUNITARIA:

·         Francese

·         Tedesco

à          1h di TECNOLOGIA

à           

à          2h di STRUMENTO MUSICALE (chitarra, flauto, pianoforte, violino)

 

 

 

6.2.         Organizzazione Tempo-Scuola

Le famiglie, all’atto dell’iscrizione, potranno esercitare la loro opzione su 3 moduli orari:

 

§  Modulo a 30 ore:

6      giorni. a 5 ore di lezione in orario antimeridiano, secondo la tabella sopra indicata;

 

§  Modulo a 32 ore (strumento musicale):

 6 giorni a 5 ore + n.2 rientri settimanali di 1h per corso di strumento musicale;

           

§  Modulo a 33 ore

6 giorni a 5 ore + n.1 rientro settimanale di 3h di attività aggiuntive per tutto l’anno.

 

 

 

 

6.3.         Laboratori

Tutte le sedi sono ben fornite di laboratori e attrezzature didattiche di moderna concezione.

La Scuola è dotata di:

 

  • 4 laboratori di informatica con PC, modem, stampanti, collegati in rete e a internet;
  • 4 laboratori linguistici;
  • 4 laboratori di attività manuali;
  • 4 laboratori di attività artistico-espressive;
  • 2 laboratori musicali ad alta tecnologia;
  • 4 palestre multifunzionali;
  • 2 laboratori di cucina;
  • 1 aula magna.

 

I laboratori sono forniti di strumenti didattici multimediali e sono coordinati da uno staff di docenti specializzati nelle nuove tecnologie. Si può pertanto affermare che l'offerta formativa di questa Istituzione scolastica è ampia e ricca di opportunità, con una attenzione particolare alla cultura multimediale, scientifica e linguistica.

 

Le finalità educative di base del piano sono quelle di favorire la motivazione, lo sviluppo dei processi di apprendimento, lo sviluppo personale di auto-orientamento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

7.         PROGETTI D’ISTITUTO

 

1.      “Autonomia”

1.1. “Nucleo Supporto Autonomia”

Responsabile: Prof. Mauro Sampaolesi

Risponde all’esigenza di fornire il supporto organizzativo all’introduzione dell’autonomia scolastica attraverso la suddivisione dei compiti funzionali assegnati allo staff del Dirigente, ai Referenti, alle Commissioni di lavoro ecc.

 

2.      “DIAPASON”: Didattica Aperta A Soluzioni Nuove

Responsabile: Prof.ssa Liviana Cannini

Obiettivo: Verificare se, attraverso l’introduzione di variabili nell’attività didattica si ottengono migliori risultati nel profitto e nella socializzazione degli alunni.

Verranno utilizzate le risorse di docenti interni, istruttori esterni, educatori e metodologie prevalentemente laboratoriali.

Si articolerà nelle seguenti azioni:

·         Azione 1:        “Le Navi”

·         Azione 2:        “Laboratorio di cucina”

·         Azione 3:        ”Acquaticità”

·         Azione 4:        “Psicomotricità a cavallo”

·         Azione 5:        “L’orto a scuola”

·         Azione 6:        “Progetto UNICEF”

·         Azione 7:        Progetti di educazione ambientale

·         Azione 8:        Laboratorio di Scienze

·         Azione 9:        Attività artistico-espressive e grafiche

·         Azione 10:      Corso di vela

·         Azione 11:      Giochi sportivi studenteschi

                              La Scuola in movimento

                                               Bowling a Scuola

·         Azione 12:      Laboratori di alfabetizzazione

 

3.      “Recupero”

Responsabile: Prof. Dino Giuliani

Obiettivo: recuperare le abilità di base ed i contenuti trattati per promuovere l’autostima dell’alunno.

Si articolerà nelle seguenti azioni:

·         Azione 1: Corsi di recupero

 

4.      “Consolidamento”

Responsabile: Prof.ssa Paola Mazzoni

Obiettivo: consolidare le capacità degli alunni per acquisire migliori competenze ed un valido metodo di studio; i progetti spaziano tra area antropologica, arte, scienze del comportamento, lingua straniera.

Il progetto è articolato nelle seguenti azioni:

·         Azione 1:        Progetto Speciale Scuola-Beni culturali

·         Azione 2:        “La città invisibile”

·                                                        Azione 3:        Teatro in lingua “English Workshop”; creazione alfabeto murale; Song Book Project; Miti e leggende anglosassoni.

 

 

5.      “Potenziamento”

Responsabile: Prof.ssa Giovanna Lombardi

Obiettivo: potenziare le competenze nelle varie discipline letterarie, scientifiche, artistico-espressive, musicali ed informatiche.

Sarà  articolato nelle seguenti azioni:

·         Azione 1:        Laboratorio di civiltà latina

·         Azione 2:        L’italiano attraverso i classici

·         Azione 3:        Storia contemporanea: La linea gotica

·         Azione 4:        Laboratori di linguaggi multimediali

·         Azione 5:        Olimpiadi della matematica

·         Azione 6:        Astronomia “Orsa Maggiore”

·         Azione 7:        Laboratori musicali

·         Azione 8:        Concorso di poesia

 

6.      “Orientamento”

Responsabile: Prof.ssa Nadia Di Carlo

Obiettivo: formare alunni capaci di effettuare una scelta confacente al proprio progetto di vita.

Le azioni saranno collegate alla conoscenza del mondo del lavoro sul territorio:

·         Azione 1: “Il timone della vita”

·         Azione 2: “Impresa didattica nella scuola media”

·         Azione 3: “Progetto API”    

 

 

 7.  “Visite guidate e viaggi di istruzione”

Responsabile: Prof. Mauro Sampaolesi

Saranno  parte integrante del percorso formativo.

Ogni classe potrà realizzare:

·         Visite guidate e/o uscite didattiche nell’ambito dell’orario scolastico

·         Viaggi di istruzione di una o più giornate o soggiorni studio, in base alle proposte dai Consigli di Classe ed al Piano Annuale Viaggi di istruzione approvato dal Collegio dei Docenti secondo i criteri indicati dal Consiglio d’Istituto.

 

8. “PROGETTO “PRO.DI.GI”

Responsabile: Prof. Giovanna Lombardi

Il progetto si propone la prevenzione del disagio giovanile attraverso i valori dello sport.

Destinatari: Classi prime e seconde

Le classi seguiranno un percorso articolato in cinque azioni:

1. Allestimento di uno spettacolo teatrale

2. Momento di riflessione e produzione

3. Incontro con personaggi significativi del mondo dello sport

4. Intrattenimento musicale

5. Produzione di materiale cartaceo, multimediale e/o artistico espressivo

 

 

 

 

 

 

 

8.        ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE

 

In ogni Istituzione Scolastica la risorsa interna è fornita dal MPI tramite l’organico di istituto. La professionalità dei docenti viene valorizzata nella realizzazione di progetti formativi sia all’interno della scuola sia in cooperazione con Enti.

 

Le risorse esterne sono fornite in modo prioritario dalle famiglie degli alunni e da una vasta rete di istituzioni pubbliche e private tra cui:

§  Amministrazione Comunale

§  Azienda Unità Sanitaria Locale

§  Associazioni sportive che operano sul territorio

§  Enti ed Associazioni con finalità sociali, religiose ed assistenziali

§  Enti di formazione

§  Imprese artigianali e commerciali

§  Associazioni culturali

 

 

 

8.1. Risorse umane

§  Dirigente Scolastico

§  Personale Docente:  ­­­80 unità

§  Personale ATA:     Direttore Servizi Generali e Amministrativi: 1 unità

                                   Assistenti Amministrativi:       6 unità (2 part-time)

                                   Collaboratori Scolastici:         15 unità

 

8.2. Risorse finanziarie

§  Finanziamento ministeriale: Funzionamento generale e Fondo d’Istituto

§  Fondo Legge 440/97 (Autonomia)

§  Finanziamento per attività didattiche specifiche e/o progetti speciali

§  Finanziamenti comunali  

§  Contributo dei genitori

 

 

9.     AUTONOMIA E ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

 

Il Collegio Docenti, in base ai criteri concordati, assegna le funzioni strumentali per la realizzazione delle finalità istituzionali della scuola ai seguenti docenti:

1.    Elaborazione e gestione del piano dell'offerta formativa:

Prof.ssa Fosca Del Bianco

2.    Coordinamento e gestione delle attività di integrazione:

Prof.ssa Giuseppina Gambuti

3.    Coordinamento e gestione delle attività di sostegno:

     Prof.ssa Liviana Cannini

4.    Coordinamento e gestione delle attività di continuità e orientamento:

Prof.ssa Nadia Di Carlo

5.    Supporto organizzativo al Dirigente Scolastico e Processi innovativi:

     Prof. Mauro Sampaolesi

 

 

 

  • Lo Staff di direzione è composto da:

§  Collaboratori e Responsabili di sede

§  Funzioni strumentali

 

Per l'esame delle problematiche relative ai vari aspetti dell'azione didattica il Collegio si articola in:       

  • Commissioni di lavoro e Referenti,
  • GLH: Gruppo di lavoro su Alunni diversamente abili
  • Funzioni strumentali

 

10..  VALUTAZIONE

Verranno effettuati:

  • test agli alunni in entrata e in uscita;
  • riunioni tra docenti al termine del 1° quadrimestre (valutazione in itinere) onde apportare eventuali modifiche agli interventi educativi;
  • autovalutazione sommativa collegiale finale per la riprogettazione.

 

11.  FORMAZIONE

Sono previste attività formative nei seguenti ambiti:

·         Riforma degli Ordinamenti Scolastici (Legge n. 53/03 e D.Lgs. n. 59/04).

·         Competenze informatiche di base.

·         Confronto, scambio, diffusione di esperienze su progettazione, valutazione etc.

 

 



 

Versione senza grafica
Versione PDF


<<<  Torna alla pagina precedente


     

Strutture

Notizie
1° notizia
2° notizia
  tutte le notizie...


Home | News | Circolari | Contatti | Scrivi
 inizio pagina  
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni